Chi è più colpito

La cheratosi attinica è una delle malattie della pelle più comuni in dermatologia e colpisce soprattutto persone di età adulta, con pelle e occhi chiari e calve.

I principali fattori predisponenti sono l’esposizione continua alla luce solare per molti anni, ad esempio lavorando, facendo sport o passando molto tempo libero all’aperto senza protezione solare. Altri fattori di rischio sono il sesso maschile, la terapia immunosoppressiva dopo un trapianto e, come già accennato, il fototipo chiaro.

In Italia tra le persone di 30-45 anni che si rivolgono al proprio dermatologo, circa il 20% presenta un problema di cheratosi attinica. L’insorgenza della cheratosi attinica aumenta con l’invecchiamento. Infatti, la cheratosi attinica può insorgere dopo molti anni di esposizione al sole, anche in periodi in cui non ci si espone più al sole volontariamente.

Dato che la popolazione sta progressivamente invecchiando, si prevede un aumento dei casi di cheratosi attinica nei prossimi anni.

Per qualsiasi dubbio o approfondimento rivolgiti al tuo dermatologo di fiducia.

Ti potrebbe interessare

  • Da cosa è causataLa cheratosi attinica è causata dall’esposizione continua alla luce solare nel corso degli anni.Approfondisci
  • Come si manifestaLa cheratosi attinica, denominata anche cheratosi solare o cheratosi senile è una malattia della pelle che tipicamente si sviluppa in aree di cute cronicamente esposte al sole, come volto, cuoio capelluto, decollétè, ma anche braccia e dorso delle mani.Approfondisci
  • Come affrontarlaNon è possibile prevedere come si comporterà ogni singola lesione. È quindi necessario curare tutte le lesioni, e il campo di cancerizzazione, per evitare il rischio di evoluzione verso il tumore.Approfondisci

Sei un dermatologo?

Entra a far parte del nostro Network di dermatologi! Forniscici le informazioni utili per un primo contatto con i pazienti.Iscriviti

Scroll al inicio