Soluzione cutanea con antimetabolita e cheratolitico per uso dermatologico

Cos’è?

I farmaci topici per la cheratosi attinica si applicano sulle lesioni e, in alcuni casi, anche sulla cute immediatamente circostante. Queste terapie sono quindi adeguate sia per le lesioni singole sia per il campo di cancerizzazione. I principi attivi su cui si basano, sono sostanze che inducono la morte delle cellule della lesione oppure possono stimolare una risposta immunitaria che contribuisce alla distruzione delle lesioni.

Questo farmaco contiene due principi attivi: un antimetabolita e un cheratolitico. L’antimetabolita inibisce la crescita delle cellule mediante il danneggiamento del DNA delle cellule in replicazione, mentre l’acido salicilico ha un’azione cheratolitica e ammorbidisce le lesioni più spesse e dure. I due principi attivi sono formulati come soluzione cutanea.

Come si usa?

Applicazione della crema

La soluzione cutanea si applica a domicilio picchiettando con un pennello. In seguito all’applicazione si osserva la formazione di una pellicola che ricopre l’area trattata. La pellicola andrà rimossa poco prima dell’applicazione successiva.

Quantità, superficie e per quanto tempo

La soluzione si applica una volta al giorno, salvo diversa indicazione del medico. La soluzione deve coprire ogni lesione da trattare e una piccola area circostante. Il trattamento continua finché le lesioni non spariscono completamente, per un massimo di 12 settimane. Il trattamento deve essere continuato per 4 settimane anche se non si apprezzano miglioramenti visibili.

Visita di controllo

ll dermatologo darà indicazioni su quando sarà necessario fare un controllo per verificare l’efficacia della terapia.

Cosa comporta?

Gli effetti possono essere osservati già dopo quattro settimane, tuttavia la guarigione completa delle lesioni o l’effetto terapeutico ottimale possono tardare a manifestarsi e richiedere fino a otto settimane dopo la fine del trattamento.

Il dermatologo valuterà in base alle caratteristiche delle lesioni e all’area del campo di cancerizzazione, il dosaggio e il tempo di trattamento più adeguato.

Alcuni effetti indesiderati comuni che possono manifestarsi sono: arrossamento, infiammazione, dolore e prurito nel sito di applicazione.

Per qualsiasi dubbio o approfondimento rivolgiti al tuo dermatologo di fiducia.

Sei un dermatologo?

Entra a far parte del nostro Network di dermatologi! Forniscici le informazioni utili per un primo contatto con i pazienti affetti.Iscriviti

Scroll al inicio